Skip to content

Come difendersi da pretese di risarcimento eccessive

2 febbraio 2010


Vuoi fare causa per danni o difenderti da pretese di risarcimento eccessive?

Evita notevoli danni economici alla tua azienda o alla tua famiglia derivanti da una causa in tribunale, conviene affidarsi un professionista esperto di ingegneria forense.

Molto spesso aziende e famiglie ricorrono, quando ormai è troppo tardi, (e quando non se ne può fare a meno) ai servizi di un professionista qualsiasi (purchè iscritto all’albo) per risolvere i loro problemi tecnico-legali.

E’ di fondamentale importanza, primadella causa (o per evitare la stessa e la conseguente perdita di tempo e soldi), tentare una conciliazione o valutare i danni spesso gonfiati da parte avversa.

In tal caso il professionista può redigere una Perizia o Consulenza Tecnica Extragiudiziaria: la perizia extragiudiziaria si configura come un rapporto fiduciario tra il professionista e il committente che gli conferisce l’incarico al fine di verificare se sussistano i presupposti tecnici per instaurare un giudizio nei confronti di un terzo e di quantificare il risarcimento per i danni subiti o (in caso si vada in giudizio) per far approntare al proprio procuratore legale la difesa – ed eventualmente la domanda riconvenzionale – in risposta alla citazione. Può essere giurata o meno, avendo nel primo caso un maggior valore rispetto ai fatti accertati per quanto attiene al tempo in cui gli stessi furono accertati.

Se è in corso una causa legale il professionista redige la Perizia o Consulenza Tecnica di Parte: la consulenza tecnica di parte si configura come l’attività svolta dal consulente per conto di una delle parti nel corso delle operazioni di consulenza tecnica d’ufficio.

E’ un rapporto fiduciario tra il professionista e il committente che gli conferisce l’incarico di elaborare la relazione e le note tecniche di parte nonchè di rispondere ai quesiti posti dal giudice istruttore; la risposta ai quesiti dovrà essere poi sottoposta al C.T.U. (Consulente Tecnico d’Ufficio del Tribunale). Il tecnico di parte deve inoltre studiare la documentazione tecnica e legale in possesso del cliente o dell’avvocato.

Se hai bisogno di altre informazioni puoi contattarci.

 Ing. Claudio Amich

www.studioamich.it


 

Share

Annunci
Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: