Vai al contenuto

I costi della non sicurezza

13 luglio 2015

image

Un aspetto senz’altro rilevante per le aziende e per gli imprenditori, sempre attenti ai costi, derivante dalla mancata o parziale applicazione delle norme in ambito sicurezza sul lavoro, è quello relativo ai costi della non sicurezza, ovvero dovuti ad infortuni sul lavoro.

E’ possibile elencare e suddividere, in linea di massima, i costi della non sicurezza nel seguente modo:

Costi diretti:
1) giorni di lavoro perduti;
2) indennità;
3) danni ad impianti e attrezzature;
4) sanzioni.

Costi indiretti:
1) impiego di manodopera sostitutiva;
2) straordinari da pagare;
3) spese legali (processuali e giudiziarie).

Ovviamente, i costi derivanti dalla sofferenza umana di chi subisce un infortunio, sono impossibili da valutare; riteniamo che questi ultimi siano quelli da prendere in maggiore considerazione e che dovrebbero spingere le aziende ad investire sulla sicurezza.

Buone riflessioni.

www.studioamich.it
www.studioacademy.it

Annunci
Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: